JobNews

Making frameworks alive

1 minuti di lettura

Uno studio finalizzato alla costruzione di uno strumento di misurazione per rivelare l’impatto sociale delle nuove imprese non-profit.

Seminario organizzato dalla Fondazione Marco Biagi – 16 novembre ore 16.

Seminario organizzato nell’ambito del Corso di Dottorato in Lavoro, Sviluppo e Innovazione di Unimore – Fondazione Marco Biagi

Relatore
ANDREA GIRARDI, Ph.D Student, Fondazione Marco Biagi, Dipartimento di Economia Marco Biagi – Unimore

Discussant
BERNARDO BALBONI, Professore Associato, Dipartimento di Economia Marco Biagi – Unimore

Chair
SILVIA DELLA SANTA, Ph.D Student, Fondazione Marco Biagi, Dipartimento di Economia Marco Biagi – Unimore.

Il seminario si terrà in presenza. La partecipazione è libera e aperta a tutti, previa iscrizione.

Abstract. Mentre gli obiettivi finanziari sono facilmente definiti e misurati attraverso metodi contabili consolidati, lo sviluppo di strumenti di misurazione in grado di catturare l’impatto sociale è ancora dibattuto. Alcuni modi possibili per misurare l’impatto sociale sostengono la concezione di un modello “gold standard” in grado di permettere la comparabilità. D’altra parte, la recente letteratura sottolinea l’importanza di adattare lo strumento di misurazione alle reali esigenze informative degli stakeholder. Nel caso dei finanziamenti istituzionali per i programmi sociali, la conoscenza di cosa e come misurare in termini di impatto dei programmi sociali è ancora più complessa a causa della mancanza di evidenze di impatti precedenti. Questo studio implementa la comprensione di Foucault (2014) della manifestazione della verità per bilanciare ricorsivamente le aspettative e la conoscenza del finanziatore e la competenza del proponente con l’obiettivo di generare uno strumento di misurazione efficace per valutare i programmi sociali in un compromesso equilibrato tra le specifiche del programma e le esigenze di armonizzazione. Il paper riporta i risultati di un “interventionist research” condotta nel 2016 in cui i ricercatori sono stati coinvolti in un processo di concessione di fondi messi a disposizione da una Fondazione per sviluppare l’equità sociale. Questi risultati mostrano che la combinazione delle conoscenze del finanziatore e del proponente sul fenomeno sociale ha portato ad una nuova e più completa manifestazione di verità intorno all’impatto sociale del programma e che lo strumento di misurazione risultante potrebbe bilanciare tra misurazioni standardizzate e personalizzate.

Per l’iscrizione e ulteriori informazioni clicca qui https://bit.ly/3C3suyU

Related posts
Intelligenza ArtificialeJobNews

Lavoro e Diritti nella Rivoluzione di Internet

1 minuti di lettura
Home » JobNews » Intelligenza Artificiale » Lavoro e Diritti nella Rivoluzione di Internet Lavoro e Diritti nella Rivoluzione di Internet Aula… Condividi:Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra)Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra)Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per inviare l'articolo via mail ad un amico (Si apre in una nuova finestra)
Intelligenza ArtificialeJobNews

Poteri aumentati, limiti spiazzati? L’approccio multidimensionale UE ai “capi algoritmici”

1 minuti di lettura
Home » JobNews » Intelligenza Artificiale » Poteri aumentati, limiti spiazzati? L’approccio multidimensionale UE ai “capi algoritmici” Seminario 1 dicembre 2021 presso… Condividi:Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra)Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra)Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per inviare l'articolo via mail ad un amico (Si apre in una nuova finestra)
JobNewsTerzo Settore

Con la Riforma le imprese potranno «prestare» i dipendenti a qualsiasi ente del Terzo settore

1 minuti di lettura
Home » JobNews » Con la Riforma le imprese potranno «prestare» i dipendenti a qualsiasi ente del Terzo settore Di Gabriele Sepio… Condividi:Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra)Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra)Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per inviare l'articolo via mail ad un amico (Si apre in una nuova finestra)

Rimani informato! Non perdere tutte le news e ricerche, iscriviti alla nostra Newsletter!